x

Accommodation Sicura

PHI Hotels ha introdotto nuove misure nelle procedure di ospitalità per tutelare la salute dei suoi ospiti e del suo staff, che ci permettono di offrire la continuità del servizio e il mantenimento dello standard di qualità elevato, garantendo un soggiorno in piena sicurezza.

Per scaricare il Protocollo di sicurezza clicca qui

X

Eventi e Tempo libero

Milano offre il più ampio programma di mostre, concerti, eventi, fiere, congressi e manifestazioni culturali di tutta Italia. Il nostro personale di reception, aggiornato su tutto ciò che succede in città, sarà lieto di consigliarvi gli appuntamenti da non perdere nel periodo del vostro soggiorno.

Photo by Fernando Meloni on Unsplash

Il Duomo

Il Duomo di Santa Maria Nascente rappresenta il cuore della spiritualità milanese e vanta oltre 4 milioni di visitatori l’anno. Sorge nella centralissima piazza omonima, punto di snodo per la maggior parte delle attrazioni turistiche milanesi e generalmente assunta come base di partenza per la visita della città.

Il Duomo rappresenta una testimonianza preziosa del gotico-lombardo anche se la costruzione della cattedrale si è protratta per oltre 5 secoli e si distinguono sei successive fasi di realizzazione: Viscontea (1387-1447);  Sforzesca (1450-1520);

Borromaica (1560-1650); SeiSettecento (1650-1800); Ottocento (1800-1900); Novecento (1900-oggi). Un così lungo arco temporale spiega anche l’elevato numero di statue presenti tra interno ed esterno, con la singolare presenza di personalità laiche (Dante Alighieri, Arturo Toscanini, Vittorio Emanuele II e persino il pugile Primo Carnera) a fianco profeti e martiri del Vecchio e Nuovo Testamento.

Le 135 guglie che decorano l’esterno del Duomo, insieme alla Reliquia del Sacro Chiodo costituiscono due degli elementi di maggior fascino del Duomo di Milano che in Italia per dimensioni è secondo solo a San Pietro in Vaticano. Da non perdere, durante la visita, la salita sul tetto e la visita dei sotterranei coi resti archeologici dell’originaria Basilica di Santa Tecla, sulle cui fondamenta Gian Galeazzo Visconti ordinò l’edificazione del nuovo tempio.